lunedì 28 agosto 2017

Dà alla testa

Il mondo del tango è un mondo elitario e anche se è quasi tabù noi siamo consci di essere ai vertici, con il balletto, della sesta arte. Elitario anche per altre ragioni sociologiche, ideologiche, di censo. L'elitario, come sappiamo bene dalla storia e della realtà, può anche significare sradicamento dalla realtà. E' un problema che Hermann Hesse ha ben analizzato nel suo lavoro "Il giuoco delle perle di vetro" che lo portò al nobel: una radiografia approfondita delle castalie e quindi anche della loro deviazione moralisticheggiante e parassitaria.
Ad una tanghera, ieri, dicevo che l'errore è credere che la promiscuità e le tensioni competitive e conflittuali tra donne per tenersi/conquistarsi/riprendersi un uomo nel mondo del tango non esistano e poi rimanere delusi dal loro accadere.
Ho ballato con tanghere tedesche, polacche, slovacche, ungheresi e di tutta Italia, Con una ungherese, nel chamuyo, in modo spiritoso, in inglese le ho chiesto se potrebbe farci una copia di Viktor Orban in modo che lo si possa rendere presidente del consiglio al posto del razzista anti attuale posto al vertice della castalia governativa antiitaliana (appartenente appunto, a queste caste di traditori di stato, di parassiti antidemocratici). La tanghera magiara ha risposto quasi piccata, seccata. Nel conformismo volemosebenista tanghero uno che non si conforma al pensiero ortodosso unico come Orban è Il male.
Una tanghera triestina, con cui ho fatto scintille, mi diceva che, nel capoluogo giuliano, quando gli astriaci schierarono alcuni soldati al confine, molti nostalgici dell'eccellenza austro-ungarica, goliardicamente ma non troppo, speravano con ardore di essere invasi dagli austriaci.

Peraltro ho rischiato di non poter partecipare a questa matatona perché mi sono letto lo statuto dell'associazione a cui avrei dovuto iscrivermi e c'erano affermazioni politiche sulla promozione dell'uguaglianza e del multiculturalismo e ho scritto che non condividevo quei due punti e che intendevo iscrivermi ad un'assocaizione artistica, NON ad una politica e che non avrei firmato quel modulo di adesione. Ma _civa mi dice che per rendersi simpatici agli assessori kompagni scrivono quelle litanie dogmatiche come se scrivessero "Distinti saluti";  queste associazioni, infine, hanno scopo più (de)fiscale che altro e qui si passerebbe poi alla menata dei kompagni sul dovere di pagare le tasse e poi degli evasori brutti cattivi cacca diavolo. Insomma castalie dissociate da quanto predicano e trombonano e anche la comunità elitaria tanghera non è immune da certe dinamiche castali. Mi hanno esentato dall'iscrivermi all'associazione.

Ieri eravamo andati a prenderci un gelato, per colazione, a Morciano. Apro il quotidiano locale e leggo delle amorevoli intenzioni che quattro giovani risorse, dei gioiosi fratelli magrebini hanno dedicato ad una giovane donna polacca e al suo amico, seguite poi dalle affermazioni confortanti di un invasore culturale, ehm, mediatore culturale. Volto la pagina e leggo di manifestazioni a Roma per il diritto /(?) all'abitazione. Sottolineavo le assurdità di questa antipolitica demagogica, del preparare la guerra civile in Italia a danno degli europei (ovviamente i polacchi e gli altri di Visegrad saranno ancora maggiormente incentivati a prendersi il merdame invasore islamico dopo questi nobili atti). Devo dire che ne è scaturita una discussione animata con la morosa di _zzz che citava alcuni diritti (all'acqua, all'adozione da parte di diversamente cososessuali).
Purtroppo hanno inculcato nella testa delle persone il dirittismo, come dice Lorenzo, hanno messo la segatura nella testa delle persone. Non c'è alcun diritto (*), nessuno. In natura non si mangia, non si beve, non si fa nulla gratis. A volte ci sono beni comuni e i beni comuni richiedono lavoro, presidio, manutenzione, progettazione e NON sono affatto un diritto. Solo comunità con un alto senso civico, democratico mantengono e presidiano le loro conquiste. Se non ti impegni per portare l'acqua, accumularla, non dissiparla, essa non c'è.  E poi altri esempi sulla sanità, sulla mobilità, sui limiti. Ah ma è lo Stato che deve...
A volte non ci sono neppure proprio più i beni comuni e abbiamo il ragliare dirittista politicamente corretto delle ministre.
La morosa faceva l'esempio della nonnina siciliana che offrì loro acqua e bevande fresche. Ecco un'altra manipolazione/stereotipo, perché la Sicilia è una delle regioni con mancanze di civismo molto gravi, con la mafia dell'acqua, con acquedotti colabrodo, etc, Però citare la nonnina siciliana generosa è fico, citare il paesino carnico, tirolese, reggiano o valtellinese che si sono fatti un culo così per tenerti aperta una fontana con acqua fresca corrente molto meno.

Insomma, 'sto mondo di dolce vita milonghera è un mondo fiabesco, incantato. Si viene attratti nel suo vortice profumato e si pensa che là fuori sia propri così. E' finito il pane? Che mangino le brioche!
Anche il tango dà alla testa.

Con il tango puoi ballare tutto, afferma uno dei miei maestri. Meglio essere consci di essere superbi e gestirlo che negarlo per ipocrisia. Ecco un bell'esempio dall'edizione 2015, la prima alla quale partecipai.


56 commenti:

  1. Diritto come garanzia che certi servizi ti vengano erogati, certi beni ti vengano consegnati, certi redditi ti vengano assicurati e corrispondenti (parte sempre omessa) doveri siano a carico di terze parti.

    RispondiElimina
  2. Ma cosa dici, UCoso?

    A parte che è una leggenda, la storia del pane e delle brioches riguardava una regina e in subordine una aristocrazia decadente. Una aristocrazia che quando non era cosi decadente, secoli prima, scalava le mura di Gerusalemme o incassava le frecce spesse un dito a Agincourt. Quella si che era una elite. E lo era anche nelle successive perversioni delle parrucche incipriate.

    Nel tuo "mondo fiabesco, incantato" non ci sono dame e cavalieri, ci sono impiegati che escono dal lavoro, si mettono l'abito da gangster anni Trenta e prendono l'auto per recarsi al ritrovo serale con altri impiegati e poi si scrutano l'un l'altro mentre fanno la mossa con la gambetta e la giravolta a ritmo di musica. E' assolutamente normale e inevitabilmente logico che tutto questo avvenga nell'ambito di una "associazione" tipo una bocciofila o un club degli scacchi con lo statuto che richiama gli "ideali della Resistenza". Non c'è nessuna elite, c'è una folla, una massa di persone qualunque e conformisti.

    Per il resto, la situazione generale che ricopre tutto, ogni aspetto del vivere, è di una gravità apocalittica. Magari nella testa della gente ci fosse segatura. Invece ci sono dei riflessi condizionati, degli automatismi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La questione dei "diritti".

      Tutto si riconduce alla descrizione del Mondo Nuovo fatta da Scalfari. I "diritti" sono un modo per descrivere il meticciato, il popolo unico, la ricchezza media, la cultura media, il sangue integrato.

      Qui Scalfari quando scrive "media" intende la media matematica, io ho in tasca 1 euro tu hai in tasca 49 euro, la "ricchezza media" è di 25 euro. Io sono mezzo cieco, tu ci vedi come un'aquila, la "vista media" è quella di boh, un asino. Tu parli italiano io parlo arabo, si "lingua media" sarà tipo la "lingua del porto" che parlavano nei fondachi mediorientali.

      Arrivano 100 "migranti - profughi - rifugiati", si prendono tutte le case italiane e si fa la media in modo che tocchi in pezzetto ad ognuno di questi 100. Ne arriva un milione, si fa la media allo stesso modo, ad ognuno un pezzetto. Un pezzetto sempre più piccolo ma mica sono le case di Scalfari.

      In aggiunta, siccome tutto questo è puramente meccanico, esonera ogni individuo da doveri e responsabilità. L'acqua è un diritto. Il diritto è la conseguenza della media matematica tra tutti. Quindi io non ho alcun dovere o responsabilità, posso pisciare nella cisterna o farci un buco, si farà comunque la media tra tutti e mi toccherà il mio pezzetto ennesimo.

      Cosa che fa perfettamente d'accordo con la cessione di sovranità. Mica devo preoccuparmene io della sorgente dell'acqua e dei tubi e nemmeno se ce ne dobbiamo occupare come comunità (stringiamoci a coorte), no no, se ne deve occupare la "Europa". Con soldi che non si sa come si materializzano (solita fiscalità generale che copre tutto) e non si sa come vengano spesi, chi fa cosa, eccetera (vedi articolo sulle Ferrovie Nord). Todos caballeros e nessuno.

      Potrei continuare all'infinito. Ma sono parole come le proverbiali lacrime del replicante nella pioggia.

      Elimina
    2. Beh, di fatto è il comunismo ugualista che è il pecorismo cristiano e l'ugualismo illuminista.
      Tutti appiattiti, ugualizzati.
      Eccetto i vertici, i soviet, i pastori, etc. come noto.

      Elimina
    3. Metti insieme cose differenti.

      Il cristianesimo propone come modello quello del Cristo che si fa uccidere per l'umanità. Il cristiano che volesse seguire l'esempio del Cristo dovrebbe arrivare agli estremi del proprio annullamento e infatti San Francesco, che propose una delle varianti del "pauperismo medievale", ci andò abbastanza vicino. Il cristianesimo pretende la santità e quindi ti obbliga alla ipocrisia.

      L'illuminismo è una frottola, una fandonia, lo salto a piè pari.

      Il Comunismo propone di invertire la "piramide sociale" mettendo al potere le persone che occupano i livelli più bassi. Non propone come modello il Cristo che si annulla per gli altri, propone viceversa l'eroe ribelle, Spartaco o Prometeo, che portano gli "ultimi" alla "Terra Promessa" volenti o nolenti. E' ovvio che l'idea comunista si fonda, come ho detto altre volte, sul disprezzo e il timore per gli "ultimi". E' il meccanismo perverso delle Tre Categorie per cui i "vertici" USANO gli idioti e i mai cresciuti come carne da cannone per costruire le proprie satrapie. Cosa hanno in mente i vertici per il "popolo"? Il filo spinato e le guardie, per quelli che dovessero alzare la testa, adunate oceaniche per gli altri. Il Comunismo è il dominio dei pochi sui molti con la scusa di liberare i molti dal dominio di pochi. Quindi è intrinsecamente ipocrita, paradossale.

      Comunque allo stato attuale non rischiamo ne il saio francescano ne il filo spinato comunista. Rischiamo Matrix invece, il Mondo Nuovo del Piano, dove gli individui sono ridotti a minorati che lavorano e consumano e non conoscono altro.

      Elimina
  3. Sinceramente caro AMan sono d'accordo con Lorenzo "Metti insieme cose differenti.". Non capisco come si possa pensare che il "mondo fiabesco, incantato" del tango possa "dare alla testa" fino ad alterare la percezione della realtà "fiabizzandola" come tu dici. Questo può forse valere strettamente per i rapporti di coppia, la seduzione, etc ma non ha niente a che fare con visioni politiche, culturali, etc
    Forse è un micro-cosmo con un livello culturale medio-alto? Mah? Forse un po' meno ruspante di altri, tipo la salsa, ma non per questo culturalmente più elevato.
    Ma cosa sarebbe il "conformismo volemosebenista tanghero"?
    Nel micro-cosmo io trovo tutte le opinioni, dalle tue fino al mussulmano osservante pronto ad obbedire alle sue guide religiose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me UCoso voleva dire che nel mondo della cosiddetta "arte" (musica, danza, teatro, ecc) vige il conformismo del "politically correct".

      Insisto, tutto questo è radicato in un'epoca in qui si tenevano "processi politici popolari" ai festival del cinema, processi in cui il "collettivo" chiedeva ai registi conto delle loro posizioni non sufficientemente ortodosse rispetto al "capitalismo imperialista" o allo sfruttamento "borghese sulla classe lavoratrice", eccetera. Parliamo degli anni in cui i "cantautori" si tiravano i capelli come ragazzine accusandosi reciprocamente di non essere "veri comunisti" per i testi non sufficientemente impegnati.

      Il tango è "okkupato" come le scuole di una volta.

      Normale, proprio per questo dico che non c'è nessuna elite, dopo decenni di ripetizione degli stereotipi, c'è solo conformismo impiegatizio.

      Elimina
    2. > non ha niente a che fare con visioni politiche, culturali, etc

      No.
      Ad esempio la menata del multiculturalismo.
      Poiché il ragionamento degli organizzatori è "noi facciamo tango e realizziamo le milonghe multietniche in cui tutti si vogliono bene e si amano e si abbracciano e prendono il te o il mate insieme" allora "multietnico è bello, è sano, giusto e gioioso."

      Peccato poi, come successo a te in una milonga, un tale arabo islamico (non so se è l'osservante al quale ti riferisci e del quale mi raccontavi) che viene sempre da solo senza moglie ben chiusa in casa con i bambini, come da suo profilo FB, e si spupazza allegramente le donne tanghere europee che sotto sotto sono un po' baldracche, di non così buoni costumi, se fai una battuta religiosa ti tira un pippone così. Se tu l'avessi fatta su maometto sarebbe stato interessante vedere cosa sarebbe successo.
      Che un islamico che balla il tango è una contraddizione totale. Ma più gli islamici sono ai vertici delle loro società più sono corrotti e ipocriti.

      Cosmopolitismo da salotto, da dolce vita.
      La... dissociazione dalla realtà è evidente.
      Poi in altre milonghe si mettono a metter su bella ciao e a sproloqui vari fascisti anti, razzisti anti, sessisti anti, etc. .
      Il regno del politicamente corretto che si fa politica anti.

      Ecco, conformismi perbenisti (impiegatizio, managerizio, tecnicizio, commerciantizio, avvocatizio, ...).

      Elimina
  4. "La tanghera magiara ha risposto quasi piccata, seccata. Nel conformismo volemosebenista tanghero uno che non si conforma al pensiero ortodosso unico come Orban è Il male."

    Questa frase è indicativa, parli con una ungherese del suo 1mo ministrom in modo evidentemente provocatorio, e giudichi che se lei ti risponde piccata, seccata è perché è una "conformista volemosebenista tanghera conforme al pensiero ortodosso unico".
    Invece magari di approfondire il suo pensiero, di dare valore alla sua opinione su Orban, probabilmente più diretta della tua, ti concentri tu te stesso, cioè l'"uno che non si conforma al pensiero ortodosso unico"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > in modo evidentemente provocatorio,

      Se fosse stata soddisfatta del comportamento geuinamente democratico e patriottico del loro Statista, lo avrebbe considerato un complimento.

      Invece ha risposto piccata evidentemente considerandola una provocazione probabilmente perché una delle anti, in questo anti Orban.
      Perché negli ambienti radical chic e della sinistra al caviale, quella da Internazionale ai salottisti capalbiesi, Orban è brutto cattivo cacca diavolo, è out perché non si adegua al pensiero panmixista, ugualista, progressista, all'ortodossia.

      Non c'era da approfondire perché non è il momento: ella ha risposto in tempi brevi, come consono al contesto, e con una battuta piccata.
      Potrei anche ricostruirla ma non me la ricordo bene: ma il paraverbale e il corporale erano abbastanza chiari.
      Io ho ascoltato la sua reazione breve, decisa, concisa alla mia provoc-azione breve, concisa, spiritosa.

      Elimina
    2. UUIC, se avessero espresso approvazione per uno dei numerosi ultimi primi-ministri italiani avresti gongolato? Che so, metti che arriva una e ti attacca una sviolinata su quanto è buono e brano il Renzi... Tragico, non trovi?

      Elimina
    3. Se questa "una" è piacente, può dire e fare qualsiasi cosa. Siamo sempre li. UCoso esprime moderata perplessità quando gli mettono sotto il naso il Manifesto del Partito Comunista perché lo sottoscriva ma mica dice "andate tutti a cagare" e li pianta li, no no, fedele alla sua filosofia per cui siamo tutti incoerenti, addiviene ad un compromesso per cui rimane nel giro senza avere apposto la sua firmetta. Accompagna i compagni, come i venditori del Folletto che vengono a casa a fare la dimostrazione senza impegno. Perché tanto è solo un proforma e poi quello che conta è cantare Battisti sulla spiaggia e fare l'ammore. Ah, il mondo fatato del tango...

      Elimina
    4. La tanghera magiara era di gradevole aspetto (anche se non bella) e abbiamo finito la prima e unica tanda.

      MAS: l'ugualismo non esiste neppure per i governanti.
      I nostri capoccioni lavorano contro lo Stato, contro gli elettori, a loro spese, invitandoli. Direi l'antitesi del patriota Orban che avrà i difetti dei mestieranti del potere. Paragonare un pane che non può di essere di massimo gradimento ad un pezzo di carne presente, tossico, corrotta non ha senso.

      Elimina
  5. Mi colpisce come in questo tuo post tu non ci sia nessun accenno a qualche opinione, idea, frase che magari ti ha messo in discussione e ti ha fatto riflettere.
    O sono in linea col tuo pensiero, o niente tutto da buttare, pensieri conformisti, segatura, etc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ti sbagli. La cosa divertente è che UCoso non ha un suo "pensiero" e soprattutto è prontissimo a rinnegare il Cristo prima che il gallo canti se questo gli consente di farsi degli amici e, ancora meglio, se gli consente di trombare quelle che lo attizzano.

      E' il punto debole di tutti i discorsi che leggi in questo blog. Un attimo prima UCoso ti fa il predicozzo su un certo argomento con una prosa aulica piena di paroloni e frasi involute, un attimo dopo è al Twiga che fa il trenino o ad un congresso di CL o con la bandiera rossa in manifestazione.

      Per tirare UCoso basta molto ma molto meno di una coppia di buoi, con un pelo di figa lo lanci in orbita intorno a Saturno.

      Elimina
    2. E' un fatto strano, a pensarci. Ci sono persone che sono convinte che siamo tutti in vendita per 10 euro, altri che sono convinti che dire una cosa e fare il contrario sia assolutamente normale, anzi, cosa buona e giusta.

      E come puoi confutare questi assunti? Metti che tu dici "guarda Luca, non si è venduto per 10 euro", ti rispondono "ah si, per questa volta ma domani" oppure "ah si, perché noi lo guardavamo ma quando nessuno vede". Alla fine si tratta di metafisica, non per caso.

      Niente succede per caso.

      Elimina
    3. > a qualche opinione, idea, frase che magari ti ha messo in discussione e ti ha fatto riflettere

      La liquefazione avviene anche con le verità diversamente vere. Si parte con l'instillare assurdità pazzesche e poi le assurdità le si rende politica. La senescenza porta al nichilismo e all'autodistruzione.
      Allora bisogna riprendere logica, scienza e conoscenza e iniziare a essere molto solidi e bisogna smontare le teorie strampalate costruite su insiemi di assiomi che non stanno né in cielo né in terra.

      E' ovvio che più gli assiomi bacati sono profondi, meno possibilità di dialogo ci sono.
      Quando sento che un piccolo può crescere in una coppia di cososessuali e che questo sia un bene non è che puoi avere molti margini.
      Domani si alza su una persona che dimostra che acqua e olio possono essere mischiati con l'ausilio di una nuova legge di progresso e uno dovrebbbe mettersi in discussione, dovrebbe riflettere.
      L'allontanamento culturalista dall'ecologia, dalla Natura è ciò che sta distruggendo, sfasciando e creando queste società distopiche nella quale le violenze più fini, sottili, disumane, devastanti sono inculcate come progresso.
      Sì sì, progresso verso il collasso, la barbarie.

      Elimina
    4. Lorenzo, ora sono di fretta.
      Sei stato iperbolico e devo smentire alcune sparate con alcuni fatti riscontrabili, peraltro, anche facendo qualche ricerca in questo diario.

      Elimina
    5. > Domani si alza su una persona che dimostra che acqua e olio possono essere mischiati con l'ausilio di una nuova legge di progresso

      Ho scritto il dimostra senza virgolette. Meglio, a questo punto
      -> Domani si alza su una persona che afferma che acqua e olio possono essere mischiati con l'ausilio di una nuova legge di progresso

      Elimina
    6. Poi arriva un politicastro PD che, contro la democrazia della comunità locale inizia a trombonare di diritto di culto.

      Diritto (?) di culto (?)
      Eh!??
      Per milioni di invasori islamici che ogni tre mesi fanno stragi in Europa di europei, organizzati da qualche imam gioioso fratello?
      Con la comunità islamica che ha già debiti di 320k euro? Con procedure fuori termini temporali?

      Per i razzisti anti le leggi valgono solo per quei meschini inferiori di italiani, noi per i doni, risorse, pagatori di pensione.

      Siamo alla follia.
      Siamo alla senescenza autodistruttiva.
      E' ovvio che contro questo castello immane di ciarpame ideologico, di cose storte, marce, sbagliate, non ci può essere alcuna riflessione, alcun dialogo.
      Solo piccone, ruspa, dinamite.

      Elimina
    7. Questo "diario" ti converrebbe se fosse tutto inventato. Altrimenti, caro UCoso, è una specie di confessione, non un "diario".

      Elimina
    8. Lorenzo scrisse:

      > No, ti sbagli. La cosa divertente è che [...]

      Allora, non rimuovo questo commento perché utile per dimostrare che anche tu scrivi delle corbellerie.

      >se questo gli consente di farsi degli amici
      Non mi interessano gli amici del virtuale.
      Gli amici, pochi, sono quelli della vita reale.

      > se gli consente di trombare quelle che lo attizzano
      Sono stato senza sesso per cinque anni, con delle sporadiche eccezioni (tre, anzi due).

      > ad un congresso di CL
      Mai stato ad un congresso di CL, associazione che, peraltro, aborrisco.

      > o con la bandiera rossa in manifestazione
      L'unica manifestazione negli ultimi 20 anni (e se ricordo la seconda della mia vita) fu (dovrei cercare meglio qui dentro) nell'estate del 2008 contro l'ampliamento della base Dal Molin degli invasori statunitensi.

      Elimina
    9. UCoso, va bene, ho scritto delle corbellerie.

      Non è importante. Rispetto alla Fine del Mondo, rispetto al fatto che esci di casa e sembra un film tipo "World War Z", cosa vuoi che conti se quello che scrivi qui corrisponde al vero e/o quando, quanto, dove e perché sei/siamo/sono incongruenti?

      Comunque, tanto per perdere altro tempo che poi ho un appuntamento, la affermazione sugli "amici virtuali" è falsa. Non farmi entrare nella casistica che sarebbe noioso. La affermazione sul sesso boh, l'argomento non mi interessa, io intendevo dire che quando sei "motivato" sei incline al compromesso, dimmi tu se la fica ti motiva o no. Aborrisci CL? Secondo la tua stessa logica questo non significa che tra due secondi tu possa trovare necessario farne parte. Sai a quante manifestazioni ho partecipato io in tutta la vita? Zero.

      Elimina
    10. Ah, la manifestazione a cui accenni non contestava il piano regolatore o l'uso del suolo o altre questioni legate all'ampliamento della base in quanto struttura fisica.

      Si trattava della RIPETIZIONE ENNESIMA e anche un po' stanca, sfinita, dell'antico "yankee go home" che stava scritto sui cartelli delle manifestazioni dei soliti, onnipresenti anni '70. Notare che gli studenti di quelle manifestazioni non volevano l'indipendenza dell'Italia ma il solito ridicolissimo stato comunista, magari "non allineato", tipo Yugoslavia del "maresciallo Tito" o Cuba castrista.

      Ironicamente, nel 2017 non solo siamo posizionati a pelle di leone rispetto agli USA come mai prima, nemmeno nell'immediato dopoguerra ma teorizziamo la "cessione di sovranità" e la fine degli Stati nazionali. Dal 2008 non sono passati cent'anni, meno di 10.

      Ti prego non mi raccontare come e perché sei andato a manifestare a Vicenza. Preferisco non sapere certi dettagli tristi.

      Elimina
    11. > la affermazione sugli "amici virtuali" è falsa

      Allora, devo essere preciso.
      Le frequentazioni virtuali hanno un'importanza assai ridotta.
      Non sono amicizie, ma frequentazioni del tutto estemporanee.
      Se una frequentazione virtuale può diventare incontro nella realtà, fare qualcosa insieme, allora può (non necessariamente) nascere un'amicizia che, a sua volta, può essere blanda, media, forte.

      Elimina
    12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    13. Ora io devo fare anche altre cose e ci sono affermazioni del tutto assurde che io dovrei smontare.
      Cuba non è questione di questa pagina.

      Spero di non dover attivare la moderazione dei commenti.
      Perché uno può scrivere che io sono andato in Val Senales perché sono adoratore di Ötzi...

      Elimina
    14. Ci sono solo due motivi per andare a Cuba, Coso, Le "donne disponibili" e il mito del Vero Comunismo. Prova a vendermi l'idea che hai puntato il dito a caso sulla mappa oppure che era una vacanza che ti hanno appioppato tuo malgrado. Poi prova a vendermi che non esiste il nesso tra la manifestazione anti-NATO e Cuba.

      A proposito di questa pagina, faccio notare che il tango è roba di importazione coloniale come cose che vengono da Cuba. La Rumba ad esempio viene da Cuba. Per non parlare del Che sulle magliette. Vabe, non importa.

      Elimina
    15. Andai a Cuba con una vacanza-danza oeganizzata dalla scuola di danza e folklore afro cubani.
      Prima settimana quasi solo critica, la seconda mista con qualche giorno in giro per l'Isla Grande.

      Sul Dal Molin cercare pagine qui dentro, leggere poi commentare dopo aver contato fino a cento.

      Elimina
  6. Lorenzo, sinceramente conosco AMan di persona e ci frequentiamo spesso, e proprio non riesco a imputargli l'incoerenza o il non avere un suo pensiero, anzi in questo momento uno dei suoi limiti mi sembra il contrario, cioè l'essere troppo sicuro e statico sul suo pensiero per il quale cerca conferme a volte ossessive.
    Riguardo quello che invece emerge dal blog probabilmente lo conosci molto meglio tu di me perché mi sembra lo frequenti e lo commenti assiduamente, io solo sporadicamente.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono due opzioni. O quello che leggiamo qui è fantasia, con pochi o nessun collegamento col reale, oppure ribadisco quando scritto sopra.

      Il fatto che tu non "riesca ad imputare" non mi dice niente, infatti statisticamente è molto probabile che tu sia uguale o peggio. L'incoerenza è "mainstream" oggigiorno e anzi, non viene nemmeno percepita tanto è consueta.

      Se ti sembra che lui sia "troppo sicuro e statico" dovresti conoscere me, che oltre a dirle le cose, LE FACCIO, pari pari.

      Elimina
    2. Una nota fondamentale: in un mondo completamente differente l'incoerenza sarebbe solo fastidiosa ma non catastrofica.

      Nel mondo attuale, quello che ci propone il Corrire o Repubblica, come dicevo l'incoerenza è "mainstream" perché funzione del lavaggio del cervello e della propaganda, insieme a tutte le altre cosette simpatiche come (appunto) il relativismo morale, l'ipocrisia, il "pensiero debole" e una scarica di "ismi" assurdi, tutto insieme questo concorre alla demolizione sistematica dei riferimenti per costruire il Mondo Nuovo.

      Faccio un esempio concreto: UCoso propone la questione della "ecologia" con tutto il gergo iniziatico tipo "teratoma umano". Poi associa la "ecologia" alla faccenda delle migrazioni per via della demografia. Ergo, lui vede una contrapposizione tra "ecologisti" e "massamigrazionisti".

      Che fa ridere, visto che anche ad una osservazione superficiale appare ovvio che "ecologismo" e "migrazionismo" non solo convivono nelle stesse persone ma emanano dalla stessa fonte.

      UCoso non può fare il passaggio per cui le cose sono collegate perché, se lo facesse, gli verrebbe meno un tema ricorrente, che fa parte del suo "personaggio". Che poi migliaia di persone postino la loro "indignazione" per la faccenda dell'orso nello stesso momento non gli fa venire il dubbio che siamo nella "massa", no no, siamo nella "elite", perché gli "ecologisti" sono una "elite" che si contrappone ai "populisti". Contraddizione, fa niente, reset.
      E via.

      Comunque, non importa, bisogna solo fare il callo ai post come quello di cui sopra in cui si descrive un hobby come una ascesa all'Olimpo.

      Elimina
    3. Gran carognata, l'abbattimento dell'orsa.

      ===

      Elimina
    4. Mi fa ridere. Quando il veterinario scopre che in un certo allevamento c'è un focolaio di influenza, viene decretato l'abbattimento di centinaia o migliaia di maiali (idem per qualsiasi altro animale). Però se per una ragione qualsiasi, più o meno opinabile, viene abbattuto un orso... apriti cielo. Qualcuno mi dovrebbe spiegare la differenza tra orso e maiale, a parte l'ovvio che l'orso non serve a niente.

      Elimina
    5. Ah no, aspetta, ci sono. L'orso, come leggevo in altro blog "ecologico", nel senso di fatto con idee riciclate n volte, è un "cuore selvaggio", mentre il maiale è asservito all'uomo. Quindi l'orso è "nobile" e il maiale "ignobile". Conseguenza inevitabile dell'infantilismo indotto dal lavaggio del cervello e torniamo a bomba al discorso che tutto emana dalla stessa sorgente.

      Elimina
    6. Ho simpatie.
      L'orso m'è simpatico.
      Più simpatico della maggioranza degli Homo.

      ===

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. E [ ci stiamo organizzando ] per salvarlo.

      Uomo è invitato.

      ;)

      ===

      Elimina
    9. [ video ].

      Per chi si vuole informare.

      ;)

      ===

      Elimina
    10. Ora, inutile stare qui a fare ragionamenti sensati quando uno non si rende conto che scrivere "L'orso m'è simpatico. Più simpatico della maggioranza degli Homo" oltre a essere uno dei soliti stereotipi, è la descrizione di una malattia mentale.

      Il significato della frase di cui sopra, che però dubito abbia dietro chissa quale ragionamento, è che si condividono "emozioni/sentimenti" con l'orso IMMAGINARIO, perché chi scrive non frequenta orsi, invece che con la maggioranza degli esseri umani. E questo, appunto, è sintomo di malattia mentale, per esempio è tipico dei criminali.

      Per fortuna non deve essere vero. Un altro simpatico vezzo è scrivere o dire cose assolutamente false tanto per assumere una posa che sembra "fica". Oh quanto sono fico io che "amo" gli animali e disdegno gli "homo".

      Riassumendo, possiamo scegliere tra il pazzo asociale potenzialmente pericoloso o il "poseur" che si atteggia. E vabè, questo è il blog di UCoso quindi vale tutto.


      Elimina
    11. A proposito di quanto ho scritto in precedenza riguardo al fatto che lo "ecologismo" emana dalla stessa fonte del "massmigrazionismo" e di tutti gli altri "ismi" che vanno per la maggiore, che combinati costituiscono la "vulgata", ecco il mio esempio preferito:

      Il Dolce Domani - il saggio e lo stolto.

      Se andate nel blogroll di UCoso trovate una ampia selezione che, ironicamente ma anche no, conferma quello che ho scritto, ovvero non solo che è tutto parte di un unico polpettone ma che UCoso o meglio il suo "personaggio" che vive in questo blog, è sostanzialmente omologo e quindi non può rinnegare se stesso.

      Da cui, UCoso è bloccato in una continua contraddizione, afferma e nega nello stesso momento. Quando se ne accorge o glielo fanno notare, potrebbe risolvere con il semplice trucchetto del "ho cambiato idea" ogni 10 secondi ma siccome è più furbo, postula che la contraddizione sia una legge fisica.

      Elimina
    12. Dài, Lorenzo, che ti piace.

      ;)

      Ma non hai lasciato un commento sul video : l'hai guardato ?

      ===

      Elimina
    13. E' molto semplice, anche se non secondo i tuoi schemi.
      L'uomo ha bisogno di un ambiente di una certa qualità per sopravvivere e di un ambiente di una buona qualità per vivere bene.

      Fin qui è chiaro?

      Allora, un ambiente in buono stato contiene anche alcune cose che NON vanno affatto bene per l'uomo. Zanzare, paludi, predatori, zone selvatiche, zone non artificializzate, etc. .
      O prendi tutto o non prendi nulla.
      Se vuoi un ambiente buono dentro ci devono essere anche i microbi, le vipere, i calabroni, la putrescenza dei cadaveri, l'humus, il letame, le foreste, le mosche, etc. .
      Gli homo sono in contraddizione da sempre: prendi i tuoi milanesi che hanno trasformato la loro terra in una orribile distesa artificializzata di plastica, catrame, edilizia ciarpame, etc. .
      Se fossero coerenti col sistema "dei danè", produttivo, efficiente, andrebbero in vacanza, ad esempio, al petrolchimico di Falconara, alla Glaxo di Vicenza, al centro di ricerca sulle biotecnologie di PincoPallo.
      Invece fuggono dall'orribile conurbazione artificiale e cercano natura che peraltro vorrebbero artificializzare o che hanno già distrutto/artificializzato (vedi tumore cementizio in Liguria, altri abomini nelle valli lombarde o piemontesi).

      Il mondo NON funziona secondo una scienza esatta, dura.
      A te non piace, ma è così lo stesso.
      Tu stesso funzioni proprio così.
      Sul vestiario cinese affermi che non puoi scegliere, che sei costretto. Il che ovviamente non è vero: solo che tu hai dei limiti, dei vincoli, un'economia tua personale e quindi consideri non "economico" (nel senso più ampio), non possibile, l'acquisto di vestiario italiano.
      Anche tu esegui una valutazione e fai delle scelte che non possono non essere incoerenti.

      Io, peraltro, ho sempre affermato alcune mie posizioni che hanno una certa logica. Per vivere bene, edonisticamente, in un certo ambiente bisogna essere pochi. Presente quella torta e il numero di fette? grandi? piccole? ecco, quella cosa lì.
      E' talmente logica da essere aritmetica da seconda elementare.

      La torta pesa tre chilogrammi. Quante fette da 300g si possono fare?

      Elimina
    14. "L'uomo ha bisogno di un ambiente di una certa qualità per sopravvivere e di un ambiente di una buona qualità per vivere bene."
      Se tu avessi mai sentito parlare dei Sofisti sapresti che io potrei chiederti il significato di ogni singola parola che hai scritto sopra e questo smonterebbe la tua tesi. Ma non ho bisogno di tornare a dimostrare i limiti del linguaggio come strumento di indagine per la volta ennesima, mi basta dire che secondo la tua logica io per vivere bene ho bisogno di eliminare te e tutti quelli che conosci (vedi sotto), quindi perché siamo qui a discutere?

      "O prendi tutto o non prendi nulla."
      Che è esattamente il contrario degli ultimi centomila anni di Storia, cosi, per dire. Faceva freddo e Nanuk inventò il modo di accendere il fuoco. Mi sembra di vedere UCosuk che glielo spegne dicendo "o prendi tutto o..."

      "Prendi i tuoi milanesi..."
      Ti rispondo come Troisi con Savonarola, si si, mo me lo segno... Vado a cercare i Milanesi col lanternino come Diogene e te li porto.

      "Se fossero coerenti col sistema "dei danè", produttivo, efficiente, andrebbero in vacanza, ad esempio, al petrolchimico di Falconara"
      Si, come hai fatto tu. Se tu fossi coerente col tuo ecologismo invece di andare in aereo sull'isola turistica saresti rimasto a casa. Anzi, rimarresti sempre a casa in ogni occasione se non per cause di forza maggiore. Ma siccome i "danè" servono per comprare il superfluo, il godimento, il "milanese" va al Billionaire e tu anche, potendo.

      La differenza è che il "milanese" di solito non sputa nel piatto del Billionaire, tu si per ragioni che io non posso capire.

      "Il mondo NON funziona secondo una scienza esatta, dura."
      Vallo a dire a Galileo, il pirlotto che buttava i pesi dalle torri per dimostrare che il "mondo" non funziona come pensano gli UCosi.

      Io sono costretto perché non possiedo un campo di cotone o una mandria di pecore per la lana, non possiedo un telaio per tessere, non so cucire l'abito. Mi tocca andare nel negozio dove trovo quello che decidono altri e solo quello. A meno di non potere pagare una cifra qualsiasi, allora è come comprare il campo col cotone, il telaio, e l'abilità di cucire, come comprare tutti i campi, tutti i telai e assumere tutti i sarti del mondo, solo che io non ho i soldi sufficienti e torniamo al fatto che devo giocare con regole decise da altri. Ripeto, regole decise da altri. Regole.

      "Per vivere bene, edonisticamente, in un certo ambiente bisogna essere pochi. "
      Infatti, come ho detto, io ti devo eliminare con tutti i tuoi parenti amici conoscenti, vicini eccetera, per me siete solo teratoma. Prego appoggia il capino sopra il ceppo, ecco, li.

      Elimina
    15. Non mi interessano i sofisti, gli specialisti del millimetro quadrato.
      Ci sono cose localmente eccellenti che sono in un contesto complessivamente senza senso e viveversa.


      > ho bisogno di eliminare te e tutti quelli che conosci
      Questo avverrà in seguito ad una carestia. Per un rientro dolce sarebbe sufficiente fare come fanno el donne italiane che hanno 1.4 figli a testa, o le nipponiche o le tedesche.... che conduce ad una gestibile e sana decrescita demografica.
      Le stragi e le immani carneficine sono il risultato delle esplosioni demografiche, non delle decrescite demografiche.

      > Nanuk inventò il modo di accendere il fuoco
      Infatti le cose hanno iniziato ad andare male quando i Nanuk da 100k sono diventati 7.4G.

      > Se tu fossi coerente col tuo ecologismo invece di andare in aereo sull'isola turistica saresti rimasto a casa
      Stai dicendo che alla bottiglia gialla che è gialla.
      Scriverò di più che NON sono un pauperista e che dobbiamo essere in pochi proprio perché ciascuno vuole una fetta abbastanza grossa.

      > Billionare
      Ci si può andare due volta alla settimana, una al mese, una all'anno, una ogni cinque anni.
      Non sono la stessa cosa.
      Bisogna spiegare l'aritmetica.
      Io ho una mia fetta di risorse: spengo il riscaldamento d'inverno e vado una volta al'anno al Billionare. Qual'è il bilancio complessivo?
      Misuriamo quello e vediamo.
      Poi ci sono altre cose.

      > Io sono costretto perché non possiedo un campo di cotone o una mandria di pecore per la lana
      Non è necessario.
      Potresti organizzarti e una volta all'anno vai al mercato pinco pallo a Giollate o al negozietto Pallo Pinco a Cotonate sul Telaio e pigli quella maglietta.
      Hai un bilanci e fai le tue valutazioni.

      > io ti devo eliminare con tutti i tuoi parenti amici conoscenti, vicini eccetera, per me siete solo teratoma
      E'sufficiente non fare figli come conigli e decrescere come già i paesi europei stavano facendo, prima che venissero invasi dal teratoma umano afroasiatico.
      E' matematica, curva esponenziale con base positiva minore di uno.

      Elimina
    16. Anche questo commento manifesta pensiero elementare e, ancora, mi dispiace scriverlo.

      Primo, che non ti interessino i Sofisti direi che è palese. A mia nipote non interessano le divisioni. Se ti dico che a te servirebbe sapere qualcosa sui Sofisti come a mia nipote servirebbero le divisioni, cambia qualcosa? Mi sa di no.

      Vabè, ti metto questo link, magari ti fa venire la curiosità di approfondire.

      Veniamo alla profezia maya, tipo "questo avverrà in seguito ad una carestia". Si basa non solo sul vizio dello "istante presente" ma anche sul riflesso condizionato di ignorare la storia (che, guarda un po', include i sofisti). Appena la "carestia" si fa sensibile, subentra la guerra. Posto che la guerra non introduca l'altro cavaliere dell'apocalisse, cioè la peste.

      Inoltre, la Storia dimostra che le crescite demografiche spingono le invasioni e le decrescite (che storicamente dipendono dalle epidemie) attirano e facilitano le invasioni. Non è mai successo che invece di una invasione dal "tanto" al "poco", ci sia stato il "declino dolce" del "poco" in "ancora meno", infatti come dicevamo, adesso siamo 7 miliardi. Invece è successo che la composizione di questi 7 miliardi è cambiata di continuo. Popoli e civiltà sono scomparsi per essere sostituiti da altri. A parte che le donne italiane cambiano abitudine se cambia il manico, il fatto che figlino poco è la causa del fatto che gli Italiani sono rimpiazzati da altre genti. E' una causa sia "ideale" che "meccanica". Io vivo in periferia e questa cosa la tocco con mano, nello spazio fisico.

      Riguardo al Billionaire, a me non importa se ci vai o no, mi importa che ci vai recitando la parte del "fustigatore dei costumi". Poi dici "ma io mica fustigo i costumi sempre e comunque, solo a fasi alterne". E la cosa che mi fa uscire di cotenna è che pretendi di essere preso sul serio.

      Elimina
    17. Il mio tempo e' limitato: quindi se impiegassi a leggere cose, peraltro molto interessanti, come la filosofia, non potrei pulire casa o innaffiare i fiori o aiutare la vicina o raccogliere il bucato asciutto o lavorare o salutare l'amica in treno, o rispondere a questo commento, o leggere il referto degli esami o ...

      Le carestie non sono "profezie" ma disastri avvenuti ripetutamente, in passato.
      Qui pagina di petrolitico sempre attuale e interessante.
      Le carestie avvengono quando un territorio non ha le risorse per la popolazione che grava su di essa: torta piccola e/o troppi mandibolatori.
      E' elemenare anche se non piace a voi tranquillisti della crescita.

      > il fatto che figlino poco è la causa del fatto che gli Italiani sono rimpiazzati da altre genti

      No
      Non e' che una non fa figli perche' e' arrivato l'ennesimo barcone.
      Non fa figli perche'
      o - ci sono pochi denari (se e' responsabile)
      o - perche' ha un lavoro a cui tiene
      o - perche' le piace il tango
      o - perche' non vuole diminuire il proprio tenore di vita.
      o - perche' ha una casa piccola.

      Certamente il mercato del lavoro con salari e stipendi depressi dal profluvio di manodopera (dovuta direttamente o ricorsivamente per milini di invasori) non aiuta nel caso di redditi limitati.


      > "fustigatore dei costumi"
      EH!?!?
      In quale pagina?
      Ho sostenuto l'importanza della lussuria, dell-accidia, della superbia e della cucina fatta come dio comanda, del sesso di gruppo.
      Io dico che per avere un tenore non sotto ad un certo livello bisogna essere in pochi.
      Mai scritto alcunche' di pauperista.

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. agosto 2017 09:34
      emilio pascutti scrisse:
      > [...]

      Rimosso.

      Scusa, max, ma che cazzo di intervento era?
      Se hai delle critiche inerenti Lorenzo, vai nel suo luogo e gliele canti quattro o anche mille.
      O ti apri un diario "quanto sei cesso tu", eccetera.
      Poi gettare la provocazione e poi sparire.
      Che metodo è?
      Qui non voglio risse su questioni personali, peraltro completamente avulse dal contenuto della pagina.

      Elimina
    2. > non è per essere contrario alle tue posizioni su politica e altre cose

      Non è neppure una questione concettuale, ideologica.
      Solo personale. Sul fatto che uno arrivi a dire che l'acqua è bagnata perché ha fatto il dottorato in fisica ala Normale di Pisa o perché è inserviente all'ospizio "Anni d'argento" non cambia il valore di verità dell'affermazione.
      Cagnara per cagnara sul personale ha creato molte tensioni. Addirittura con accuse recenti, al limite della diffamazione, che non lo erano solo per questioni di identità più virtuale che reale e riferimenti indiretti.
      Qui non si può.

      Elimina
    3. Che METODO è?

      La radice della parola "metodo" è "cammino, via, percorso", cioè una serie di passi.
      Presuppone che esista un punto di partenza, UN PUNTO DI ARRIVO e una serie di passi codificati che si deve fare per andare da uno all'altro.

      Il punto di arrivo è banalmente quello di eliminare il "nemico". Il punto di partenza è quello delle Tre Categorie. I passi intermedi sono l'insegnamento, l'istruzione che viene impartita alla gente che fa parte del "polpettone" di cui sopra. La logica che sta sopra la "militanza", cioè di chi istruisce gli scagnozzi, è quella che il fine gretto giustifica i mezzi più abbietti.

      Non ti puoi aspettare ne un dialogo, idea risibile, ne un confronto di argomenti perché l'istruzione degli scagnozzi non gli consente di argomentare. Non ti puoi aspettare nemmeno "lealtà" o "duello cavalleresco" o "virtu/morale", anzi, è vero l'esatto contrario, perché l'istruzione del "polpettone" prevede l'opposto. Anche perché a posteriori si può reinventare tutto, i criminali diventano esempi, eroi, gli eroi diventano criminali, eccetera.

      Il "qui non si può" è un problema di "share".
      Eheheheh... rido per non piangere.

      Elimina
    4. Finiamo qui sta "fiammata", Lorenzo.
      Grazie.

      Elimina
    5. Ti sei chiesto perché capitano queste cose sul tuo blog?

      Elimina
    6. Perché i commenti non sono sottoposti a moderazione.

      Elimina
    7. Perché alcune posizioni sono radicali.
      Perché anche nelle migliori famiglie succedono cose sgradevoli.
      Perché ci sono dei lottatori e questi non sono cicisbei.
      Perché io stesso, talvolta, devo tenere molta autodisciplina per non alzare i toni e non rispondere per le rime.

      Elimina
    8. Come pensavo, magari te lo sei chiesto ma la/e risposta/e che ti dai è sbagliata. Mi fa particolarmente ridere la faccenda dei "lottatori", perché non ho mai visto un pugile picchiare la mamma dell'avversario. Ma ci sta anche questo, fa parte della risposta che non hai.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.